BRANCACCIO

dal 15 al 21 gennaio 2019

CENERENTOLA ON ICE

La più famosa compagnia internazionale di danza su ghiaccio “The Imperial Ice Stars” fa il suo trionfale ritorno in Italia con il nuovo spettacolo “Cenerentola On Ice”, un’originale interpretazione teatrale del racconto classico, ideata e coreografata dal premiato regista Tony Mercer, in collaborazione con tre degli allenatori di pattinaggio più stimati al mondo: Evgeny Platov, doppia medaglia d’oro olimpica e quattro volte campionessa mondiale e i campioni mondiali di danza su ghiaccio 2006 e 2007, Albena Denkova e Maxim Staviski. Lo spettacolo, danzato su un palcoscenico appositamente creato e congelato a -15 gradi, vanta straordinari effetti speciali tra cui il fuoco e la pioggia, voli, magnifici paesaggi in proiezione e sfarzosi costumi di Albina Gabueva, costumista del famoso Teatro Stanislavskij di Mosca. Cenerentola è un’umile ballerina di fila che, spinta sotto i riflettori, affascina con la sua danza aggraziata il bel figlio di Lord Mayor, lo scapolo più ambito della città. Nonostante gli espedienti delle sorellastre di conquistare il cuore del giovane, il vero amore trionfa grazie ai poteri magici del Gypsy Fortune Teller e del gentile padre di Cenerentola, l’orologiaio della città. Un’incantevole fiaba per i bambini, uno straordinario spettacolo di danza su ghiaccio per gli adulti…e la magia di una pista di pattinaggio sul palco del Teatro Brancaccio…

 

 

22-23 gennaio 2019 ore 20.45

Non c’è problema presenta

UP & DOWN

con Paolo Ruffini e e gli attori della compagnia Mayor Von Frinzius regia di Lamberto Giannini

“Questo spettacolo parla anche di te, solo che tu ancora non lo sai…” Un vero e proprio happening comico e al tempo stesso emozionante che parla delle relazioni: ironia e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità. Paolo Ruffini va in scena con degli attori con la Sindrome di Down, affrontando insieme a loro significato della parola “disabilità”, fino a dimostrare che la loro dovrebbe definirsi “Sindrome di UP”! Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show , con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicità o all’ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi. Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d’improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

 

12 gennaio 20.45 – 13 gennaio ore 17.00

Biagio Izzo in

“I FIORI DEL LATTE”

La storia è ambientata in un caseificio di prossima apertura che si trova in un paese inventato (Casal di sotto Scalo) in cui due cugini, Aniello e Costantino, dopo anni di sacrifici decidono d’investire tutti i loro risparmi in un’azienda che punta a diventare un modello biologico, un’oasi ecologica dove ogni prodotto è naturale, senza additivi chimici o altre diavolerie. Un caseificio, insomma, che mira a diventare fiore all’occhiello di una zona nota alle cronache per lo sversamento dei rifiuti tossici. Purtroppo, però, alla vigilia dell’inaugurazione i due cugini scopriranno che sotto il recinto delle bufale ci sono dei bidoni sospetti che potrebbero rovinare il loro sogno biologico. Questa scoperta attanaglierà i due protagonisti in un vortice di dubbi. Cosa fare? Denunciare tutto e far chiudere l’azienda ancor prima che apra, oppure fare finta di niente e continuare con questo spettro terribile che divora le loro coscienze? La forza di questa commedia sta proprio nella capacità di affrontare un tema così attuale e scottante mescolando sempre il divertimento e la comicità con la riflessione e il sociale, senza mai cadere in facili moralismi o in giudizi banali. La scrittura di Tartaglia riesce a smontare con grande ironia e forza comica la dolorosa scoperta di una vita avvelenata da scelte complicate. Con tutta la sincerità e la semplicità che ci regalano questi due “vaccari” napoletani alle prese con rimorsi di coscienza apparentemente insuperabili. Sarà l’arrivo di una donna (ex fidanzata di Aniello) che nasconde una notizia sconvolgente, a dare la forza per affrontare un destino più grande di loro e raccogliere i frutti che i due cugini hanno coltivato con onestà per una vita intera.

 

 

11 febbraio 2019
L’ALTRA SCENA presenta
MONTANINI LIVE 2019

Dopo il successo delle oltre 50 date in tutta Italia di Eloquio di un perdente, lo stand up comedian più scomodo e corrosivo della scena italiana torna con il suo ottavo monologo. Un misto di riflessioni dalla comicità tagliente per smontare tutti i luoghi comuni e le certezze che accomunano il nostro benpensante paese. Montanini, con la sua stand up comedy, spara sul buonismo degli italiani e lo distrugge. Una satira feroce, politicamente scorretta che caratterizza tutti gli spettacoli del comico più sagace e sferzante della nuova scena italiana. Montanini tenta di capire e di farci capire come chi comanda il mondo di oggi abbia imparato a sfruttare le debolezze e le storture dell’animo e della natura umana a proprio vantaggio e per ridurci in una schiavitù inconscia, quasi consensuale. Tematiche impegnative, consapevolezze che potrebbero risultare addirittura tragiche, se non fosse che Giorgio Montanini le affronta e ce le propone con lo sberleffo. È proprio per questo che risulta così pericoloso, e che in lui – e nel pubblico che, nonostante tutti gli ostacoli, lo segue e lo ama – intravediamo con entusiasmo la scintilla di una ribellione possibile. Montanini ha un’intelligenza squisita e raffinata, coperta da una spazzatura lessicale. Usa il cannone e non il fioretto. Ma, mentre parla di centro e periferia, capiamo che il vero punto dove stare è là dove Brecht diceva che i posti non erano occupati: dove c’è ingiustizia. Questa è militanza, questo è quell’anticlericalismo di cui Montanini auspica un ritorno sincero.” (L’Arena)

 

 

Dal 12 al 17 febbraio 2019
ANGELO PINTUS

DESTINATI ALL’ESTINZIONE

C’è chi parla con il cane e lo fa mentre lo veste, c’è chi guida mentre manda messaggi con il cellulare e c’è chi vuole fare la rivoluzione ma la fa solo su Facebook, c’è chi parcheggia la macchina nel posto riservati ai disabili “tanto sono 5 solo minuti”. C’è chi festeggia il complemese, chi dice ciaone e chi fa l’Apericena. Ma soprattutto c’è chi crede che la terra sia piatta e probabilmente si è anche convinto che la colpa sia di Silvio. Sono questi i piccoli segnali che fanno presagire un ritorno… quello dei Dinosauri. Amici miei, che ci piaccia o no, siamo “DESTINATI ALL’ESTINZIONE”.

 

 

Dal 27 febbraio

WE WILL ROCK YOU
The Musical by Queen and  Ben Elton

Una nuovissima produzione concepita per l’Italia da Claudio Trotta. La storia, i personaggi e le canzoni dei Queens sono quelle originali, e verranno eseguite da una band dal vivo. “We Will Rock You” è uno show nel quale la tensione emotiva non scende mai mentre realtà e fantasia si mescolano lungo una linea sottile, tra battute che strappano inevitabilmente una risata e personaggi dall’aspetto crudele e allo stesso tempo buffo…

 

 

Dal 7 al 31 marzo 2019
All Entertainment
presenta

PRISCILLA LA REGINA DEL DESERTO
Torna a grande richiesta “Priscilla La Regina del Deserto” il musical dei record nella travolgente versione con orchestra dal vivo! Tratto dall’omonimo film cult ” Le Avventure di Priscilla La Regina del Deserto” – vincitore di un Premio Oscar e del Grand Prix Du Publique al Festival di Cannes – Priscilla è una travolgente avventura “on the road” di tre amici che, a bordo di un vecchio bus rosa soprannominato Priscilla, partono per un viaggio attraverso il deserto australiano alla ricerca di amore e amicizia, finendo per trovare molto di più di quanto avessero mai immaginato! Un musical sfavillante con oltre 500 magnifici costumi, una sceneggiatura esilarante ed una intramontabile colonna sonora che include 25 strepitosi successi internazionali, tra cui “I Will Survive”; “Finally”; “It’s Raining Men” e “Go West”.

 

 

Dal 10 marzo 2019
Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia
Dopo il grande successo internazionale e i sold out delle passate stagioni in tutta Italia, torna Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia – Il Musical. “Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia – Il Musical”, una produzione All Entertainment su licenza esclusiva di Atlantica Entertainment, è un musical fedelmente tratto dall’omonima serie best seller edita da Piemme e famosa in tutto il mondo. Lo show, che ha conquistato il pubblico dei grandi teatri italiani, racconta le avventure di Geronimo Stilton che insieme a gnomi, folletti e draghi, dovrà salvare la Regina delle Fate Floridiana. Un viaggio fantastico in mondi dove i sogni e la fantasia sono il tema principale di una storia che alterna momenti di puro divertimento a musica, colori, emozioni e personaggi fantastici. Un’esperienza indimenticabile per tutti i bambini, da 0 a 99 anni! Lo spettacolo è interamente cantato dal vivo.

 

 

2 – 7 aprile 2019

LA DIVINA COMMEDIA
LO SPETTACOLARE VIAGGIO IN MUSICA DALL’ INFERNO AL PARADISO
A 10 anni dal primo debutto torna lo spettacolo che ha incantato il pubblico di tutte le età coinvolgendo con la sua storia, emozionando con le sue musiche, affascinando con le creazioni fantastiche del 3 volte Premio Oscar® Carlo Rambaldi. LA DIVINA COMMEDIA Opera Musical, ispirato al poema di Dante Alighieri, raccoglie l’anima operistica di un avvincente racconto in musica, con composizioni originali coinvolgenti redatte dalla nota mano di Marco Frisina, e quella appassionata, viva e modernissima di una narrazione che punta dritto allo spettatore, conducendolo con diversi linguaggi, dentro uno show ricco di storia, effetti speciali e magia.
La mano di questo restyling, diretto dal regista Andrea Ortis è a tutto tondo, e le linee del rinnovamento mantengono, da una parte inalterato ed intatto il secolare fascino antico del testo più importante che l’uomo conosca, dall’altro la potenza, il colore e la forza espressiva grazie all’impiego di evolute tecnologie che raccontano, facendolo vivere, il più straordinario viaggio mai intrapreso da un uomo.

Copyright (C) 1998 - 2018 :: ASSOCIAZIONE ROMEYOUNG :: P.Iva 08210861004